Archivio mensile:gennaio 2014

extra virgin suicide

Il suicidio del Made in Italy

Una buona reputazione val più di gran ricchezza

Riteniamo doveroso segnalare il link ad una recente pubblicazione del New York Times  invitando tutti a riflettere sulla pessima reputazione che purtroppo è associata alla produzione italiana di olio extravergine di oliva.

extra virgin suicide

A voi giudicarne la veridicità, fatto sta che l’olio extravergine di oliva e tanti prodotti Made in Italy, nonostante i numerosi organismi e le associazioni preposte alla protezione, tutela, valorizzazione e promozione, stanno vivendo una fase di declino suicida in termini di credibilità che costa caro all’esportazione e che coinvolge anche i produttori virtuosi.

Buona lettura

Lettera Aperta – La Sicurezza Alimentare e le armi spuntate per l’attività di vigilanza dei Consorzi di Tutela

Ci scusiamo ma il corso “FUTURO E CREDIBILITÀ’ PER PRODOTTI E MARCHI A DENOMINAZIONE D’ORIGINE-LA SICUREZZA ALIMENTARE E LE ARMI SPUNTATE PER LE ATTIVITÀ DI VIGILANZA DEI CONSORZI DEPUTATI ALLA TUTELA” viene temporaneamente sospeso, a causa di oggettive interferenze di “enti e associazioni di parte”, che immotivatamente “suggeriscono” agli interessati, la “inopportunità” della partecipazione all’evento: interferenze evidentemente finalizzate alla limitazione all’accesso e conoscenza degli argomenti di cui al programma.

Il 7 Febbraio, a Roma, presso l’Auditorium UNICEF, l’incontro “La Sicurezza Alimentare e le armi spuntate per l’attività di vigilanza dei Consorzi di Tutela / DOP e DOCG – IGT – STG”.

agenti vigilatori - ispettori - auditorsL’incontro nasce dall’esigenza di rafforzare la tutela e la credibilità dei prodotti a indicazione e denominazione di origine in special modo nei mercati esteri, UE ed extra UE anche attraverso l’apporto attivo ed esteso dei soggetti protagonisti del settore: condizione indispensabile per interventi focalizzati ed azioni condivise, efficaci ed incisive con particolare riferimento alla Sicurezza Alimentare. 

L’ approfondimento verterà sui nuovi possibili strumenti di accertamento e indagine necessari per una valida azione di contrasto e lotta alla contraffazione dei prodotti e dei marchi dell’agroalimentare, affidati oltre che agli Organismi Pubblici di Controllo ed ai vari corpi di Polizia, anche a quelli ausiliari di Pubblica Sicurezza – pubblici e privati, agli Organismi di Certificazione ed ai Consorzi di Tutela, coi propri Agenti Vigilatori.

Obiettivi ambiziosi che richiedono l’apporto di tutti coloro i quali hanno a cuore la reputazione del Made in Italy e dei prodotti e dei Marchi a Denominazione di Origine e Identificazione Geografica e in Italia e all’estero.

Ci preme sottolineare che la condizione essenziale affinché quanto sopra possa realizzarsi è la sinergia tra gli organi deputati al contrasto della contraffazione, tra gli operatori di settore ed i Consorzi di Tutela. Questa l’ottica che ha ispirato la programmazione delle giornata di incontro, questa l’ottica che speriamo vorrà animare i partecipanti.

Clicca qui e scarica il programma e il modulo di iscrizione

tondo_rosso_ITA

FUTURO E CREDIBILITA’ PER PRODOTTI E MARCHI A DENOMINAZIONE D’ORIGINE

“…chi non sa difendere il proprio bene,
non può pensare di conservarlo…”

Ci scusiamo ma il corso “FUTURO E CREDIBILITÀ’ PER PRODOTTI E MARCHI A DENOMINAZIONE D’ORIGINE-LA SICUREZZA ALIMENTARE E LE ARMI SPUNTATE PER LE ATTIVITÀ DI VIGILANZA DEI CONSORZI DEPUTATI ALLA TUTELA” viene temporaneamente sospeso, a causa di oggettive interferenze di “enti e associazioni di parte”, che immotivatamente “suggeriscono” agli interessati, la “inopportunità” della partecipazione all’evento: interferenze evidentemente finalizzate alla limitazione all’accesso e conoscenza degli argomenti di cui al programma.

LA SICUREZZA ALIMENTARE E LE ARMI SPUNTATE PER LE ATTIVITÀ DI VIGILANZA DEI CONSORZI DEPUTATI ALLA TUTELAtondo_rosso_ITA

I REATI ALIMENTARI, I FLUSSI DI IMPORTAZIONE, IL FALSO DOCUMENTALE E LE GARANZIE A TUTELA DEI MARCHI E DELLA SALUTE PUBBLICA TRA FATTO, DIRITTO E LIBERO MERCATO

I recenti programmi televisivi e le notizie apparse su molti organi di stampa fanno emergere la necessità di intervenire concretamente per dare nuova fiducia ai prodotti ed ai Marchi a Denominazione di Origine ed al Made in Italy agroalimentare più in generale.

Al fine di evitare un possibile effetto “domino”  sulla reputazione delle aziende e dei relativi marchi si rende opportuno attuare, senza indugio, un rigido piano di tutela, con azioni incisive, trasparenti e credibili.

A Roma presso l’Auditorium Unicef di via Palestro, è in programma il 7 Febbraio 2014 un incontro di formazione, informazione ed aggiornamento per tutti gli operatori del settore, per fare luce sulle tematiche afferenti la tutela dei prodotti agroalimentari del Made in Italy e a Denominazione d’origine certificata,
le attività di controllo sui flussi delle importazioni per la “nazionalizzazione” dei prodotti, il falso documentale e le azioni per la lotta alla contraffazione dei prodotti agroalimentari certificati e dei marchi comunitari e aziendali in Italia e all’estero.

Particolare attenzione verrà posta sulla Sicurezza Alimentare e la tutela della salute pubblica, con un quadro competo sui possibili rischi sanitari, dai possibili nuovi casi di vino al metanolo, di latte alla melamina o di diossine presenti nel prodotto primario.

L’esiguo numero di operatori degli Organismi Pubblici di Controllo non è sufficiente a garantire una valida lotta alla frode e contraffazione del prodotto e dei marchi, d’altra parte l’utilizzo delle competenze degli Agenti Vigilatori dei Consorzi di tutela potrebbe essere un valido supporto per le attività di tutela, vigilanza, controllo, verifica e acquisizione di documenti e informazioni presso tutti i soggetti coinvolti a qualsiasi titolo nella produzione, commercio e trasporto del prodotto tutelato.

In quest’ottica una rappresentanza di Agenti Vigilatori con pluriennale esperienza nel contesto, relazionerà su: “I problemi, le problematiche, le difficoltà operative e funzionali degli Agenti Vigilatori nell’espletamento dei servizi di tutela”.

Saranno inoltre approfondite le tematiche sul ruolo, i compiti, le funzioni operative ed il riconoscimento giuridico delle diverse tipologie di Agenti Vigilatori dei Consorzi di tutela e le modalità di intervento degli stessi nei vari ambiti della filiera produttiva e commerciale; funzioni, in taluni casi relegate alla sola funzione di segnalazione o di rilevamento prezzi presso le strutture commerciali.

Verranno analizzati i compiti e le responsabilità oggettive del personale ispettivo, degli auditors e degli Organismi di Controllo e Certificazione, oltre alle problematiche attuali del settore e della necessaria tutela e rivalutazione della credibilità non solo del marchio comunitario, ma sopratutto dei brand aziendali.

L’incontro che nasce dall’esigenza di dare nuova forza e credibilità ai prodotti a indicazione e denominazione di origine, in particolar modo sui mercati esteri, anche attraverso azioni condivise tra tutti i soggetti attivi e gli operatori del settore, ha l’obiettivo di far luce sui nuovi strumenti di accertamento e indagine per una valida azione di contrasto e lotta alla contraffazione dei prodotti e dei marchi dell’agroalimentare mediante l’intervento degli Organismi Pubblici di Controllo e dei vari corpi di Polizia, quelli ausiliari di Pubblica Sicurezza – pubblici e privati, gli Organismi di Certificazione ed i Consorzi di Tutela, anche attraverso i propri Agenti Vigilatori.

La condizione essenziale affinché quanto sopra possa realizzarsi è la sinergia tra gli organi deputati al contrasto della contraffazione, tra gli operatori di settore ed i Consorzi di Tutela, che proprio in quest’ottica sono stati invitati ad intervenire.

L’incontro, aperto a tutte le figure operanti a qualsiasi titolo nei vari segmenti delle filiere, dalla produzione alla commercializzazione ed il controllo, e si prefigge di trasferire adeguate competenze giuridiche, operative e commerciali a:

• gli Agenti Vigilatori dei Consorzi di Tutela ed agli ispettori, auditor e vari operatori degli Organismi di Controllo e certificazione,

• agli operatori degli Organismi Pubblici di Controllo, Ufficiali e Agenti di P.G e di P.S. dei vari corpi di polizia;

• a tutte le figure aziendali, dalla produzione al commercio,oltre che al personale addetto al Controllo di Qualità aziendale.

Clicca qui e scarica il programma e il modulo di iscrizione

turista_per_professione

Turista per professione

Autrice: Laura Celotto

“Una vita dedicata alla scoperta, alla curiosità, ai viaggi.”

Un po’ manuale e un po’ racconto autobiografico, Turista per professione narra una turista_per_professionestraordinaria esperienza di vita ed è rivolto a quanti desiderano intraprendere una professione nel settore del turismo, affinché, grazie ai numerosi dettagli tecnici e all’illustrazione dei diversi ruoli professionali propri del mercato turistico italiano, essi possano meglio individuare l’ambito verso il quale orientarsi. Non solo, Turista per professione si rivolge anche a coloro che sono pronti a compiere un viaggio immaginario attraverso gli splendori e i segreti dei diversi Paesi nel mondo, svelati al lettore da uno sguardo esperto e al contempo sempre affascinato e colmo di stupore.

Dal Mar dei Caraibi alla Thailandia, dall’Australia a Las Vegas, dalle Maldive all’India, fino alla Terra del Fuoco, l’autrice ci permette di viaggiare insieme a lei, di volare con la fantasia, di lasciarci avvolgere dall’infinita bellezza di questi luoghi e di conoscerne più da vicino le tradizioni e le specificità.

Ulteriori info su www.turistaperprofessione.com