Archivio tag: la torre

Nuova immagine

International Olive Oil Experts

IIConvegnoIOOE

International Olive Oil Experts (IOOE) è oggi una branca operativa di FederQuality, Dipartimento multisettoriale di IRVEA deputato a Sviluppo, Valorizzazione e Tutela dei prodotti, dei servizi e delle competenze professionali in ambito agricolo, produttivo e commerciale nelle diverse filiere agroalimentari.

Nuova immagineIOOE è un Gruppo Interprofessionale finalizzato al perfezionamento e costante aggiornamento per il miglioramento e la certificazione delle competenze professionali degli assaggiatori e degli operatori dei diversi settori della filiera dell’Olio d’Oliva.

Nel piano di ristrutturazione del Gruppo IRVEA, si è resa necessaria una radicale riforma delle varie branche operative e delle attività collegate, sia per quanto concerne le attività formative, la certificazione delle competenze, che le attività gestionali delle varie Delegazioni territoriali per il tramite dei Comitati Regionali.

Vai al nuovo sito www.federquality.org

reati-alimentari

STANDARD, QUALITA’, TUTELA, VALORIZZAZIONE e TERRITORIO

Le competenze professionali per il miglioramento dei prodotti e dei servizi

Parma inaugura I Seminari di Feder Quality, un ciclo di incontri interamente dedicato al miglioramento, al controllo ed alla valutazione degli standard di qualità dei prodotti e dei servizi in ambito produttivo, commerciale, turistico-ricettivo e di promozione.

Nasce un programma finalizzato alla formazione e perfezionamento delle competenze professionali degli Operatori della Qualità.

seminari

  • Il miglioramento e valutazione degli Standard qualitativi obbligatori e volontari nelle strutture ricettive e nella ristorazione,
  • La corretta prassi operativa nei controlli commerciali igienico-annonari;
  • La gestione documentale ed il controllo delle conformità nelle filiere agroalimentari
  • I requisiti del prodotto e la tracciabilità delle informazioni nel settore vitivinicolo
  • L’organizzazione delle azioni promozionali e le tecnologie anticontraffazione sui mercati esteri;

Questi sono solo alcuni degli argomenti dei seminari rivolti a Ispettori, agenti vigilatori, auditor, tecnici e operatori della qualità, con specifiche competenze professionali, ma anche a professionisti dei vari Ordini Professionali che a vario titolo possono interagire al servizio di aziende, consorzi di tutela, organismi pubblici e privati di controllo e certificazione, strutture di promozione turistica e territoriale.

Magistrati, tecnici ed esperti delle varie discipline illustrano le competenze, le potenzialità, i ruoli ed i compiti di dette figure, unitamente alle criticità dei vari comparti, focalizzando l’attenzione sugli aspetti tecnici, normativi e di mercato.

pdfico

 

Scarica il programma completo

Scarica la presentazione in formato pdf

tracciabilità

Ispezione, Controllo e Vigilanza per i prodotti DOP-IGP e BIO

CORSO DI FORMAZIONE E PERFEZIONAMENTO

I SISTEMI DI CONTROLLO DELLA QUALITA’ E LE ATTIVITA’ DI VIGILANZA SULLE PRODUZIONI DI QUALITA’ REGOLAMENTATA

ai sensi della legge 21 dicembre 1999, n. 526 art.14 , del Decreto legislativo 19 novembre 2004 , n.297 e del Decreto legislativo 8 aprile 2010, n. 61

Premesso che:

  • Molte sono ancora le Denominazioni di Origine (DOP e IGP) che pur avendo ricevuto il riconoscimento ufficiale, non si sono ancora dotate di Consorzi di Tutela e di professionisti qualificati per l’attività di vigilanza per la tutela e la valorizzazione del territorio e dei relativi prodotti e marchi collettivi
  • I consorzi di tutela delle produzioni a Denominazione d’Origine riconosciute, sotto il coordinamento dell’ICQRF- Ispettorato Centrale Qualità e Repressione Frodi del MiPAAF, svolgono le azioni di vigilanza per il controllo della qualità nell’interesse del consumatore e la tutela e salvaguardia dei prodotti e dei marchi di qualità e Qualità Regolamentata a cui sono designati.
  • Agli agenti vigilatori incaricati dai consorzi, anche mediante rapporti di collaborazione esterna, nell’esercizio di tali funzioni, può essere attribuita la qualifica di agente di pubblica sicurezza, mediante decreto del Prefetto, su richiesta dei consorzi e per il tramite del Ministero che provvede anche al rilascio di appositi tesserini di riconoscimento.
  • Una professione per cui la legge attribuisce grandi poteri ed al contempo comporta responsabilità di rilievo, richiede una obiettiva formazione e un costante aggiornamento delle competenze professionali, anche in considerazione dei diversi ruoli e poteri che la normativa attribuisce agli agenti vigilatori della filiera vitivinicola e a quelli delle altre filiere agroalimentari.

professionisti della qualitàFeder Quality, nel contesto dei propri piani istituzionali di supporto tecnico-giuridico per l’istituzione di nuovi Consorzi di Tutela per la valorizzazione territoriale e delle produzioni a Denominazione di Origine e di Qualità Regolamentata

Organizza nel contesto de “I Seminari di Feder Quality” un corso finalizzato alla formazione e aggiornamento di professionisti con specifiche competenze tecnico-giuridiche in materia di controllo, certificazione e vigilanza sulle produzioni di Qualità Regolamentata (DOP, IGP, BIO)

pdfico

 

Scarica il programma completo

Obiettivi:

La formazione e l’aggiornamento di professionisti in grado di operare nel pieno rispetto delle leggi, ispezioni, controlli e vigilanza, non solo nella fase del commercio, ma anche nei vari ambiti agricoli, produttivi, commerciali, igienico-annonari, turistico-ricettivi e di promozione per il controllo della qualità dei prodotti e dei servizi, dei disciplinari e la tutela dei relativi prodotti e marchi a supporto dei Consorzi di Tutela, degli Organismi pubblici e privati di controllo e certificazione e in ausilio agli organismi di Controllo Ufficiale e delle Forze dell’Ordine;

Contenuti didattici:
• Il miglioramento e valutazione degli Standard qualitativi obbligatori e volontari;
• Le diverse filiere produttive dei prodotti a Qualità Regolamentata
• Le strutture produttive, commerciali, ricettive e di ristorazione
• La corretta prassi operativa nei controlli commerciali igienico-annonari;
• La gestione documentale ed il controllo delle conformità nella filiera agroalimentare
• I requisiti del prodotto e la tracciabilità delle informazioni nel settore vitivinicolo;
• Tecniche e adempimenti di Polizia Giudiziaria per l’accertamento degli illeciti e la lotta ed il contrasto alle frodi agroalimentari;
• La tutela delle produzioni e dei marchi collettivi e di Qualità Regolamentata;
• L’organizzazione delle azioni promozionali e di vigilanza sui mercati esteri
• Tecniche e tecnologie anticontraffazione;
• La tutela legale e le garanzie difensive;

Relatori:
Magistrati, avvocati, funzionari e ispettori ministeriali ed esperti dell’anticontraffazione e dei mercati

Destinatari e requisiti:
Il corso è aperto a tutti e in particolare:
• agli aspiranti agenti vigilatori ed a quelli che già operano presso i vari Consorzi di Tutela.
• A laureati, diplomati ed ai professionisti dei vari Ordini Professionali che a vario titoli operano al servizio di aziende, consorzi di tutela, organismi pubblici e privati di controllo e certificazione, strutture di promozione turistica e territoriale.

Gli aspiranti Agenti Vigilatori, per l’eventuale conseguimento della qualifica di agente di Pubblica Sicurezza, dovranno essere inoltre in possesso dei requisiti previsti dal T.U.L.P.S.

Attestati e Riconoscimenti:
Per la partecipazione al corso completo di 40 ore di formazione, verrà rilasciato attestato di partecipazione valido anche per l’iscrizione al Registro Nazionale Ispettori della Qualità, finalizzato a favorire la ricerca di professionisti con specifiche competenze tecniche di settore.

I partecipanti iscritti ai vari Ordini Professionali aderenti al progetto si vedranno inoltre riconosciuti Crediti Formativi

Profilo professionale e opportunità:
Agenti Vigilatori, Ispettori, auditor, tecnici e operatori della qualità e consulenti in certificazione e sistema di controllo della qualità prodotti agroalimentari di qualità e Qualità Regolamenta.

Le competenze acquisite sono spendibili per collaborazioni professionali, anche in regime di libera professione con i vari Consorzi di Tutela, Organismi di controllo e certificazione, Organismi di promozione turistica e territoriale, nelle catene della GDO e con tutte le strutture che richiedono professionisti con specifiche competenze in materia di controllo e vigilanza della qualità agroalimentare e ambientale.

Scarica la presentazione in formato pdf

Contatti:

Segreteria Organizzativa IRVEA
Ph. + 39 0521 184 1531
Mob:+39 338 53 94 663
Fax: + 39 0521 148 0029
segreteria@irvea.org

 

(FILEminimizer) IMG_9875

L’Italia riparte dall’Olio: grandi novità all’VIII Concorso Oleario Internazionale Armonia -Trofeo IRVEA

Il giorno in cui l’olio italiano ha preso la sua rivincita

All’Auditorium UNICEF di Via Palestro a Roma, alla presenza dei produttori di olio extravergine di oliva e degli alunni e docenti degli Istituti Alberghieri partecipanti al Progetto Oleum Sapiens “Olio, Riso & … tra terra e mare”, sono stati premiati i vincitori dell’ottava edizione del Concorso “Armonia”.

Dopo un lungo inverno all’insegna del discredito a causa di episodi mediatici che hanno messo in discussione la reputazione delle produzioni italiane di olio, l’Italia fa incetta di premi e l’olio extravergine di oliva italiano di eccellenza torna a far parlare di sé, ma questa volta in maniera assolutamente positiva.
Un’inversione di tendenza, che si spera faccia da preludio a una nuova stagione di successi del made in Italy nel settore oleario e, più in generale, in tutto il comparto delle eccellenze agroalimentari.

Il Concorso “Armonia”, come consueto, non solo ha dato ampio spazio alla produzione olearia d’eccellenza, ma nel contesto del Progetto Oleum Sapiens “Olio, Riso & … tra terra e mare”, si è concentrato anche sull’utilizzo dell’olio in cucina in abbinamento con il riso Acquerello, premiando, con un soggiorno studio presso il prestigioso ristorante londinese Fifteen London di Jamie Oliver, gli studenti degli Istituti Alberghieri che si sono distinti nell’ideazione e preparazione di ricette e presentazioni realizzate con i migliori oli extravergini di oliva vincitori del concorso.

Sono intervenuti alla cerimonia di premiazione Mauro Martelossi, direttore e ideatore del Concorso, Piero Rondolino patron di Acquerello – Il Riso, la dott.ssa Laura La Torre già direttore generale della Vigilanza per la qualità e tutela del consumatore ICQRF e l’Avv. Pisanello Lex Alimentaria Studio Legale .

Trofeo Nazionale Oleum Sapiens
Si conferma come uno degli appuntamenti più attesi il Trofeo Nazionale Oleum Sapiens, la competizione tra i giovani aspiranti chef degli Istituti Alberghieri che hanno ricevuto, come consueto in forma anonima, gli oli vincitori del Concorso e con questi hanno ideato e realizzato ricette per esaltare il gusto e gli abbinamenti olio-riso.

Al primo posto Francesco D’Aversa dell’Istituto per l’Enogastronomia e l’Ospitalità alberghiera “Sergio Ronco” di Trino (VC) con la ricetta “Biscotti profumati al finocchio e arancia con spuma all’evo e ganache di riso”, al secondo posto Andrea Brugnetti dell’Istituto Superiore Ist. Sup. L.Einaudi di Sora (FR) con la ricetta “Rotolo di sgombro con riso Acquerello e gambero rosso di Ponza con la sua crocchetta su cuditè di sedano rapa”.
Terzo premio speciale e appositamente istituito per premiare la creazione dello studente Andrea Moschini dell’Istituto per l’Enogastronomia e l’Ospitalità alberghiera “Sergio Ronco” di Trino che ha piacevolmente stupito la giuria con il suo “Gelato di riso alle viole con biscotto di pula e cardomomo”.

Già anticipato il filo conduttore della prossima edizione del Trofeo Nazionale Oleum Sapiens che si concentrerà soprattutto su riso, pasta, orzo e farro.

GLI OLI PREMIATI
Nella categoria Fruttato Delicato
al primo posto si è classificata l’azienda agricola Toscana Il Pino Bioagricoltura Soc.Agr. con il suo IGP Toscano Bio;
al secondo posto la calabrese Agricola Diana con l’olio Diana.

Per il Fruttato Medio
al primo posto Marsicani Nicolangelo Azienda Agricola con l’olio Marsicani DOP Cilento dalla Campania
e al secondo posto La Vecchia Macina Agrolio della pugliese Agrolio Srl.

Nella categoria Fruttato Intenso,
al primo posto si posiziona la slovena Ekoloska Kmetija Morgan con il suo Olio Morgan
e al secondo posto il Don Gioacchino Terra de’Donno dell’azienda pugliese Agricola Leone Sabino.

Lista completa dei Premiati e photogallery sul sito www.oliveoilagency.org

TecnicheInvestigative_tavola rotonda_ld

L’Onorevole Mongiello apre la Tavola rotonda sulla Prevenzione e la Repressione dell’agro-pirateria

La prevenzione e la repressione dell’agropirateria: dal dire al fare

Tavola rotonda

Roma – Auditorium Unicef - 15 Maggio 2014

Moderatore
Enrica Majo di Speciale TG1 autrice del programma “Sai cosa mangi?”

Interviene l’On. Colomba Mongiello – Commissione parlamentare di inchiesta sui fenomeni della contraffazione, della pirateria in campo commerciale e del commercio abusivo
Relatori

Laura La Torre – Direttore Generale della Vigilanza per la Qualità e Tutela del Consumatore –ICQRF
• “La tutela della qualità dei prodotti e dei marchi a Indicazione Geografica Protetta tra etica, parole, opere e …”

Riccardo Cottarella – enologo
• “La conoscenza del prodotto quale elemento fondamentale per la prevenzione delle frodi e contraffazioni”

Daniele Pisanello – avvocato Lex Alimentaria
• “Le attività di informazione e osservazione dei mercati: un OCCHIO sulle frodi”

Carla Brienza – Presidente Consiglio Nazionale Ordine dei Tecnologi Alimentari
“Il ruolo del tecnologo alimentare nell’industria alimentare: competenze e deontologia”

Ulisse Vivarelli – Presidente SOLOS e consigliere INDICAM
• “Le tecnologie anticontraffazione nel settore alimentare a supporto di aziende, organismi di controllo e consumatori”

Mauro Martelossi – Direttore Esecutivo IRVEA
• “Ordini professionali, operatori di filiera o organismi pubblici e privati di investigazione: la sinergia vincente per una valida ed incisiva tutela dei prodotti e dei marchi agroalimentari e per il contrasto a frodi e contraffazioni”

Antonio Limone - FNOVI Federazione Nazionale Ordini Veterinari Italiani

• ”Il nuovo sistema QR Code, la carta d’identità dei prodotti per la tutela dei cittadini.”

Interverranno inoltre:
Manuela Rabboni – Carpi Investigazioni

Stefano Ortolani – Generale dei Carabinieri (r) già Direttore Operativo NAS – Nucleo Antisofisticazione e Sanità (Eurodetective)

Antonio Fedele – UNPISI Unione Nazionale Personale Ispettivo Sanitario

Scarica il programma

Scarica l’accredito stampa

Riservata agli iscritti al corso ““Tecniche investigative per la garanzia della sicurezza alimentare e la tutela dei prodotti e dei marchi DOP-IGP-DOC-DOCG”

Ulteriori informazioni:

Segreteria Organizzativa IRVEA – Istituto per la Ricerca e la Valorizzazione delle Eccellenze Agroalimentare
Ph. +39 011 19567218 – Fax: +39 0743 778608 Mob.+39 347 4913924
e-mail: segreteria@irvea.org Sito web: www.irvea.org